cida esha Federazione Nazionale Dirigenti Funzione Pubblica
Associazione Nazionale Dirigenti
e Alte Professionalità della Scuola

Contratti di disponibilità per i precari Emanate le norme applicative

[01/10/2009] 

Sono state emanate dal MIUR le norme per l'applicazione del Decreto legge n. 134 del 25 settembre 2009 che ha introdotto, per l'anno scolastico in corso, una significativa modifica della normativa vigente per il conferimento delle supplenze temporanee del personale docente ed ATA.

Il D.M. n. 82 del 29 settembre 2009, accompagnato dalla nota AOODGPER 14655 del 30 settembre 2009, disciplina l'istituzione di speciali graduatorie, che potranno avere dimensione provinciale o sub-provinciale, nelle quali confluirà, a domanda, il personale precario che non è rientrato in turno di nomina per l' anno scolastico 2009/10, ma che è stato supplente annuale o fino al termine delle lezioni nell'anno precedente. A tal fine il D.M. definisce nel dettaglio le categorie di personale che potranno beneficiare della nuova norma.

Coloro che saranno inseriti in queste speciali graduatorie, le quali faranno riferimento ad un numero di distretti scolastici proporzionale alla grandezza della provincia richiesta, beneficeranno del diritto a essere convocati per eventuali supplenze con precedenza assoluta rispetto al personale incluso nelle graduatorie d'istituto.

L'Anp, nella fase di predisposizione del decreto legge, pur condividendo la logica generale del provvedimento, aveva segnalato le proprie riserve nei confronti della suddivisione distrettuale, dal momento che essa restringe le disponibilità di personale e le opportunità per le scuole di provvedere tempestivamente alle sostituzioni.

Al momento appare opportuno concentrare l'attenzione sugli adempimenti che competeranno ai singoli istituti, affinché le operazioni possano essere attivate con la massima tempestività:

  • entro il 9 ottobre (termine poi prorogato al 14 ottobre) gli istituti devono accogliere tutte le domande che provengono dagli interessati, i quali devono possedere il requisito di essere stati nell'anno scolastico 2008/09 supplenti annuali o fino al termine delle lezioni nell'istituto al quale indirizzano la domanda
  • l'istituto deve inserire a sistema i dati relativi alle domande presentate, convalidare le dichiarazioni riportate in calce alla domanda circa il rapporto di lavoro nell'anno scolastico 2008/09, ed inoltrarle alla sede provinciale dell'Ufficio Scolastico Regionale di competenza, il quale deve successivamente procedere alla validazione delle domande attraverso il controllo dei requisiti mediante le informazioni a sistema
  • la sede provinciale dell'Ufficio Scolastico Regionale, dopo la verifica, provvede a pubblicare l'elenco di tutto il personale escluso dalla fruizione dei benefici introdotti dal decreto legge di cui gli istituti prenderanno atto
  • le graduatorie "prioritarie" vengono quindi pubblicamente diffuse e producono gli effetti all'atto della loro pubblicazione. Questo significa che fino a quel momento le scuole non sono sottoposte alla nuova disciplina introdotta dal decreto e continuano ad utilizzare le graduatorie d'istituto, assegnando supplenze che resteranno in vigore anche dopo l'avvio del nuovo meccanismo.

Share on Facebook

Vedi anche...