Per portare la scuola dove serve, la tecnologia non basta.
Servi anche tu.

Le informazioni che ci fornirai potrebbero fare la differenza
per la vita di molti studenti impossibilitati a frequentare la scuola.

39

Il progetto TRIS è nato con l’intento di ideare, mettere a punto e sperimentare un modello eco-sistemico di inclusione socio-educativa per studenti impossibilitati alla normale frequenza scolastica a causa di gravi patologie invalidanti.

Il modello, centrato sul concetto di “classe ibrida inclusiva”, prevede un uso metodico e regolare delle risorse cloud per consentire la partecipazione attiva e collaborativa dell’alunno a distanza alle normali attività che si sviluppano in aula.

Niky e la scuola vagabonda

“Mi chiamo Niky e ho una particolare forma asmatica che mi impedisce di vivere sulla terra ferma. Solo in mare quest’asma si manifesta poco o niente. Avevo sette anni quando i miei genitori decisero di portarmi a vivere sul mare per contrastare i sintomi di questo disturbo…”

80

La scuola che arriva a casa

Cosa prevede il progetto TRIS.2?

L'estensione del progetto di inclusione scolastica, sperimentato nella prima fase del progetto TRIS, alle situazione di assenza prolungata o periodica/intermittente dovuta a patologie croniche.

48

Dipingere un quadro complessivo (CENSIMENTO) attraverso un questionario, compilato da dirigenti scolastici e docenti, sulla presenza di studenti impossibilitati a frequentare regolarmente le lezioni per motivi di salute.

 

20

Formazione estensiva e certificata, attraverso MOOC, dei docenti della Scuola sul Modello sperimentato nel triennio precedente e acquisizione degli strumenti per l’applicazione a scuola.

Porta la scuola a casa di Elisa

Elisa ha partecipato alla sperimentazione del metodo TRIS,
che le ha consentito di frequentare la scuola media da casa
e di entrare a pieno titolo nel gruppo classe con risultati eccellenti.

Puoi partecipare al progetto TRIS.2 anche semplicemente condividendolo

Un tuo collega potrebbe avere storie simili da raccontare